Panoramica dei temi trattati nella newsletter di Viasuisse

 

Da quattro a sei volte all’anno la newsletter di Viasuisse presenta gli sviluppi nell’accessibilità e nell’utilizzazione delle informazioni sul traffico.

Abbonarsi alla newsletter

Le novità per il TCS. Bollettini audio per essere sempre aggiornati

Dal mese di giugno, Viasuisse offre un nuovo servizio agli utenti dell’applicazione TCS Traffico: la possibilità di ricevere le informazioni sulla viabilità in formato audio sul proprio cellulare.

L’utente ha la possibilità di abbonarsi a uno o più tratti stradali svizzeri e di ricevere, grazie alla funzione «push», sul mercato già da qualche anno, un messaggio sul proprio cellulare ogni qualvolta si presenta un disagio sul tratto prescelto. Funzione, questa, apprezzata soprattutto dai pendolari che percorrono spesso lo stesso tragitto. Viasuisse ha proseguito sulla propria strada verso un servizio personalizzato per gli utenti, avvalendosi delle nuove tecnologie e andando incontro alle esigenze degli automobilisti.

L’idea dei messaggi vocali è scaturita dalla riflessione su due elementi fondamentali: la sicurezza al volante e la qualità dell’informazione.

 

Gli automobilisti possono collegare il proprio cellulare all’auto e ricevere informazioni sulla viabilità in modo sicuro, senza doversi distrarre per consultare l’applicazione mentre guidano. Abbiamo poi constatato che le informazioni sulla viabilità trasmesse in radio si concentrano, generalmente, su una determinata regione geografica e che quindi un automobilista che da Losanna viaggia verso Zurigo per un appuntamento di lavoro, ascoltando un bollettino radio alla partenza saprà che in Svizzera romanda la circolazione è fluida, ma non che subito dopo Berna c’è un incidente che lo farà giungere a destinazione con largo ritardo. Grazie ai bollettini audio dell’applicazione del TCS, lo stesso automobilista potrà ricevere informazioni su un raggio ben più ampio di quello delle radio, che ingloba tutto il territorio svizzero. Inoltre potrà accedere alla stessa informazione in qualsiasi momento e riascoltarla, senza dover dipendere dalla programmazione radiofonica. E per finire, potrà avvisare del ritardo e proseguire il proprio cammino senza brutte sorprese.

 

I dati di utilizzo registrati indicano che la nuova funzione è apprezzata: nei primi due mesi di diffusione il numero di abbonati è triplicato.

Quali sfide ha dovuto affrontare Viasuisse prima di ottenere questo successo?

 

Ci preme precisare innanzitutto che i redattori devono gestire simultaneamente gli annunci degli automobilisti e della polizia, redigere i bollettini per le radio, fare interviste in diretta e, adesso, anche preparare e registrare i messaggi audio per il TCS. «Quando la situazione è calma è facile gestire tutto contemporaneamente, ma appena il traffico aumenta un po’ e ci sono degli incidenti è necessario avere i nervi saldi!» spiega Barbara, redattrice.

«All’inizio abbiamo dovuto rivedere la nostra gestione del tempo, cercare una sincronia tra le tre redazioni per inserire al meglio questa nuova mansione. Abbiamo accettato questa sfida e oggi dobbiamo dire che siamo contenti di poter redigere i nostri propri messaggi, di aggiungerci un tocco personale uscendo dai classici schemi di redazione della radio. Fornendo dei dettagli di cui sono a conoscenza o facendo delle previsioni in base alla mia esperienza mi pare di rispondere meglio alle attese degli automobilisti».

 

Il servizio è attivo solo da due mesi, ma la risposta da parte degli utenti dell’applicazione è stata positiva. Come lo si potrebbe migliorare in futuro? A rispondere è Marc Brönnimann, direttore di Viasuisse:

«Da tempo concentriamo le nostre energie per mettere la voce al centro del nostro lavoro. Le possibilità di evoluzione per questo progetto sono pertanto innumerevoli, si potrebbe personalizzare ulteriormente l’informazione o arricchirla di dettagli, oppure potremmo sperimentare nuovi contenuti. L’importante è che il tutto non sia fine a sé stesso perché, di base, in tutto quello che facciamo il nostro obiettivo è informare gli automobilisti nel modo più rapido e preciso possibile. Mediante questo progetto abbiamo creato un altro canale di diffusione, lavorando al passo coi tempi.»